lunedì 9 ottobre 2017

Le Sibille della Luna

le Sibille della Luna sono un piccolo e adorabile mazzo che venne allegato alla rivista  Vera anni fa. Dato che mi sono laureata nel 2002, e il mazzo risale ai primi anni, direi che il periodo di edizione dovrebbe essere intorno al 1996/7. Sulla scia dei Tarocchi Cubani e Polinesiani usciti in tre anni consecutivi.


L'ideatrice del mazzo è Valentina Minoglio in collaborazione con Cristina Caldirola
L'artista che ha realizzato le immagini Elena Locatelli

Le carte misurano 5 x 8 cm e sono quindi molto piccole, ma questo fa parte dl loro fascino. Purtroppo non avevano una scatolina (come i Cubani e i polinesiani) e quindi mi sono arrangiata a costruirmene una da sola.

Sono 22 carte, ma non hanno nulla a che fare con i tarocchi e sono suddivise in:
  • 4 fasi lunari ( piena, calante, nuova e crescente), 
  • 2 Jolly (luna nera e luna blu), 
  • 4 animali totem (granchio, rana, pesce, cigni) e 
  • 12 dee lunari (Kibebe, Ishtar, Kilili, Tiamat, Pasifae, Ludag, Anath, Inanna, Ceridwen, Astarte, Tanit, Asterath).



Il mazzo era accompagnato dalle istruzioni (nelle pagine del giornale), fra cui 3 giochi (stese).

  • Tutto il tuo futuro racchiuso nelle fasi lunari
  • La Stella
  • Ruota dell'anno


é un mazzo davvero delizioso e sarebbe bello se venisse rivisto e rieditato, magari senza le parole chiave sulle carte, senza bordi (sono una fan dei mazzi senza bordi) e con un bel retro perchè in queste c'è scritto il nome del giornale e non è bellissimo.

Magari se si fa una richiesta in massa allo Scarabeo, ci fa un pensiero!

La mini-recensione l'ho fatta perchè una persona mi ha chiesto se avevo ancora le istruzioni, facili da perdere essendo scritte fra le pagine del giornale e quindi ho deciso che visto che le scannerizzavo per lei, di metterle a disposizione di chiunque ne avesse bisogno. 
Quindi cliccate qui ed enjoy!

martedì 3 ottobre 2017

Witches New Year - Day 3

3. Quali dei miei antenati stanno lavorando a stretto contatto con me ora?
    6  FOLLETTI + 9 FANTASMI + LAMPADA (RIMEMBRANZE)

Questa volta si trattava di intuire e percepire non tanto il personaggio in sè, quanto l'energia.
Vedere i fantasmi mi ha fatto pensare alla mia nonna materna, la fila dei folletti il mio lignaggio intero. È come se tutti stessero li a badarmi, e in particolare quelli della linea materna, ma c'è sia l'acqua che il fuoco ed a questo punto è come, appunto, se sia le forze maschili che femminili, mi fossero più vicini del solito. La Lampada mi ricorda le candele che le mogli dei marinai mettevano alle finestre, piccoli fari per far ritrovare la strada di casa ai mariti. Gli Antenati, in massa, cercano di farmi riprendere la strada a cui ero destinata. Sono tutti qui per aiutarmi a non perdermi nelle mie tenebre interiori e tornare a casa.

Witches New Year - Day 2

2. Per cosa posso essere grata circa il mio viaggio finora?
                  4 DI COPPE + TERRA
Devo essere grata per l'opportunità di stare in casa, di poter godere più di altri quella che è per me la grotta dell'Eremita. La mia Casa è sopratutto la mia stanza, il mio "studio", dove c'è il mio incasinatissimo altare e dove posso usare i mie amati tarocchi in pace.
La solitudine può essere un privilegio e può esserlo sopratutto avere un luogo privato.

Posso solo dare ragione a Virginia Woolf e all'importanza di "Una stanza tutta per sè"


domenica 1 ottobre 2017

Witches New Year - Day 1

1. Da dove vengo? (Prove personali, tribolazioni, vittorie, scelte o storia)
    CAVALIERE DI PENTACOLI + ZOMBIE

Sorseggio il primo estratto di melograno dell'anno, misto mela. E penso che sono i frutti dell'Oltretomba, del Mondo di Sotto, degli Inferi. Sono i frutti di Persefone e del Paradiso. Sono la vita nella morte e la conoscenza.


Arrivo da una vita bloccata in cui mi sono mossa lenta e incerta come uno Zombie col senso di non avere il controllo della mia esistenza. Periodi di inerzia alternati da periodi di trascinamento, affamata di qualcosa che non fosse il sepolcro che mi premeva sul cuore.
Si sono volutamente tragica... è Ottobre e oggi è grigio e insomma, uso l'oracolo più drammatico che ho assieme al tarocco più buffo! Quindi mi riprendo subito dicendo che il movimento in avanti c'è, lento e fiducioso, ma non si ferma più.
Mi addentro nella stagione che porta "sotto" per l'ennesima volta, per ritrovare ancora quello che è nascosto nell'oscurità, portarlo alla luce, riconoscerlo e lasciarlo andare, per alleggerire la bisaccia del viandante.

Per me è il mese dell'Imperatore + il Diavolo, insomma non è che le catene sono ancora tutte spezzate, non mi illudevo, ma i tarocchi volevano ricordarmelo. Gentili.

Per addentrarci nella stagione del buio, niente di meglio che il nuovo album di Peter Gundry, giovane compositore pieno di talento e sensibilità romantica.



Ottobre, i mazzi stagionali e il nuovo challege

Esistono tantissimi tipi di mazzi di tarocchi tematici al giorno d'oggi: fantasy, goth, floreali, e chi più ne ha più ne metta e in questa moltitudine ci sono anche quelli che possiamo definire "stagionali". Mi ricordo di un mazzo invernale con gli omini di neve per esempio e non mi stupirei di trovare un mazzo dedicato al Natale.
Ma ovviamente a me cosa può interessare? HALLOWEEN naturalmente :D e dato che il mio sogno di vivere in un'eterna primavera non è realizzabile (per ora almeno U_U) cerco di trovare il lato positivo di ogni stagione, e per l'autunno c'è Halloween (chiamatelo con nomi più altisonanti da vere streghe, ma io sono eternamente giovane quindi per me è Halloween).

E quindi quando arriva ottobre, sfodero ogni anno il mio Halloween Tarot assieme all'Halloween oracle deck.


Come challenge del mese, ho scelto quello di Instagram di @falconsandpentacles il Witches New Year challenge #witchesnewyearchallenge .
Suddiviso in 4 settimane, la prima è dedicata agli antenati, la seconda agli spiriti guida, la terza alla protezione e la quarta ai propositi e intenzioni essendo tutto collegato al "capodanno delle streghe".

Anche io ho sempre questa sensazione di fine dell'anno, quando l'energia scende e cala all'interno e trovo che l'inverno sia come un tempo sospeso, dove tutto dorme per risvegliarsi a primavera.
Buona immersione.